Firriato Hospitality

Isola di Favignana

Un viaggio all’isola di Favignana consente di combinare insieme mare, sole, relax e storia. In pochi chilometri è concentrato tutto il fascino della Sicilia.

Girando per l’isola ci si imbatte in calette segrete che si aprono tra gli scogli e lasciano senza fiato per la bellezza e il chiarore del mare. Favignana ha un’atmosfera intima e al tramonto è piacevole ritrovarsi in piazza per un aperitivo tra i numerosi localini del centro del paese, dove degustare i sapori genuini che ricordano le tradizioni culinarie.

L’isola di Favignana è divisa idealmente in due parti dal Monte Santa Caterina, sulla cui cima svetta imponente il castello di epoca normanna.

L’isola è caratterizzata da tutta una serie di terrazze e piccole insenature come Cala Azzurra e Cala Rossa, famose in tutto il mondo per la trasparenza del mare e il candore della sabbia e delle rocce. E ancora, la spiaggia del Bue Marino, un tesoro nascosto che si raggiunge solo dopo aver percorso a piedi un piccolo sentiero, e le antiche cave di pietra bianca, un tempo principale risorsa dell’economia dell’isola insieme all’industria del tonno.

Prima del turismo, infatti, il mare è stato a lungo una risorsa preziosa e la pesca ha rappresentato per molto tempo il principale sostegno all’economia dell’isola di Favignana, lasciando un’impronta importante nei sapori isolani. L’Ex Stabilimento, oggi convertito in polo museale, rappresenta uno dei migliori esempi di recupero di un’antica tonnara, un restauro a regola d’arte che ospita al suo interno l’unico museo al mondo sull’universo della mattanza. L’immenso edificio conserva tuttora i resti di un glorioso passato come le barche ma anche le scatolette, le cisterne e le ciminiere. Una tappa imperdibile per chiunque visiti l’isola.